Home Articoli La Cadel Evans Great Ocean Road Race nel segno di Elia Viviani

La Cadel Evans Great Ocean Road Race nel segno di Elia Viviani

Con l’ormai imminente compleanno che lo porterà al compimento dei 30 anni (il prossimo 7 febbraio), Elia Viviani dimostra di avere acquisito quella maturazione completa anche sotto il profilo fisico ed atletico, che ben si delinea con quel senso di assennatezza che lo aveva contraddistinto già ai tempi del suo esordio nel mondo professionistico. Una maturità alla quale ha sicuramente contribuito l’habitat ottimale che il velocista veronese ha trovato all’interno di un team navigato e avvezzo ai grandi successi, qual è appunto la squadra Deceuninck – Quick-Step.
Nonostante la forma perentoria con il quale il veronese si è assicurato il successo nella classica dedicata a Cadel Evans, è opportuno tenere conto che non è mai facile a gennaio andare a sfidare le ruote veloci australiane sulle loro strade. L’adattamento al clima torrido dell’estate dell’altro emisfero e le numerose motivazioni che vanno ad arricchire la carica agonistica di questi atleti, rappresentano ostacoli importanti per i corridori del vecchio continente che anche sotto il profilo mentale affrontano la prima e lunga trasferta stagionale con l’intento primario di affinare la condizione.


Ben venga e sia benedetto dunque, il secondo successo stagionale del nostro velocista più rappresentativo, ormai assunto a pieno titolo nella ristretta cerchia dei corridori più veloci al mondo. Non bastasse la vittoria, basta analizzare il podio con Caleb Ewan (Lotto Soudal) e Daryl Impey (Mitchelton – Scott) posti ai gradini più bassi, per dare ulteriore lustro all’impresa di Elia Viviani.

Ordine d’arrivo: 1) Elia Viviani (ITA) Deceuninck – Quick Step Floors 03:54:35; 2) Caleb Ewan (AUS) Lotto – Soudal s.t.; 3) Daryl Impey (RSA) Mitchelton – Scott s.t.; 4) Ryan Gibbons (RSA) Dimension Data s.t.; 5) Jens Debusschere (BEL) Katusha – Alpecin s.t.; 6) Luke Rowe (GBR) Sky Professional Cycling Team s.t.; 7) Michael Mørkøv (DEN) Deceuninck – Quick Step Floors s.t.; 8) Jay McCarthy (AUS) Bora – Hansgrohe s.t.; 9) Owain Doull (GBR) Sky Professional Cycling Team s.t.; 10) Luis León Sánchez Gil (ESP) Astana s.t.-

l’ordine d’arrivo completo

Powered by Afterbit