Home Articoli Kwiatkowski si regala la terza vittoria World Tour dell’anno
Kwiatkowski si regala la terza vittoria World Tour dell’anno

Kwiatkowski si regala la terza vittoria World Tour dell’anno

Una corsa inarrestabile verso la vittoria per il team Sky. A sei giorni dalla conquista del quarto Tour de France da parte di Chris Froome, la formazione britannica festeggia con Michal Kwiatkowski il successo alla Clásica Ciclista San Sebastian. Il polacco, che con la terra spagnola sembra essere legato da un ottimo feeling (da ricordare la vittoria al mondiale di Ponferrada nel 2014), porta a casa il terzo successo ottenuto in questa stagione in una gara in linea World Tour. Dopo la doppietta marzolina a Strade Bianche e alla Milano-Sanremo, e passando anche attraverso il piazzamento all’Amstel, dietro a Philippe Gilbert.
Lo abbiamo apprezzato anche alla Grande Boucle, l’infaticabile Kwiatkowski, a dettare il ritmo al gruppo della maglia gialla. Più di una voce si è poi alzata a tale proposito, palesando la legittima contrarietà al concetto che uno sport di per sé individuale qual è il ciclismo, potesse subire la forte influenza del lavoro di squadra. Una squadra che concentra al suo interno fortissime individualità.
Resta il fatto però che inconfutabilmente, pur privilegiando il suo corridore di riferimento, nella classica basca per eccellenza il team Sky ha adottato una tattica che ha consentito anche a Gianni Moscon e Mikel Landa di giocare le loro carte. Prevedendo per entrambi una strategia diversa e differita a livello temporale. Strategie che si sono poi dimostrate perfettamente azzeccate, consentendo a Kwiatkowski di sferrare il colpo finale decisivo. Il polacco, forte del suo spunto veloce e approfittando nelle fasi finali del prezioso lavoro e dell’ottimo tatticismo procurato dalla presenza nel gruppetto dei battistrada del compagno Landa, ha centrato l’obiettivo. Imponendosi allo sprint davanti a Galoppin, Mollema e Dumoulin. Staccato di 2 secondi è giunto Mikel Landa, che sull’ultimo GPM di giornata ha cercato di involarsi da solo. Con il doppio intento di cercare gloria personale, ma anche provocare le reazioni dei compagni di fuga. Riservando il gioco di rimessa al capitano designato Michal Kwiatkowski.
Gianni Moscon e Alberto Bettiol rappresentano le note liete per i colori azzurri. Il trentino ha svolto al meglio il proprio ruolo entrando di scena nel corso dell’ascesa verso l’Arkale, il penultimo GPM di giornata. Partito con un plotoncino di attaccanti, è rimasto da solo al comando, arrivando a vantare fino a 40” sul forte del gruppo inseguitore che gli si è fatto sotto appena intrapresa l’Immergere Marinda, ultima asperità di giornata. Tanto è bastato per capire la personalità e la carutura del corridore di Cles che conferma sempre più le doti già palesate nelle categorie giovanili. Bettiol, che ha anticipato sul traguardo l’arrivo del gruppo di 10”, conferma con il 6° posto di San Sebastian, l’ottima condizione che aveva già messo in evidenza al Tour. Ma soprattutto dà risalto a una crescita graduale e sempre progressiva di un atleta che, come Moscon, era approdato al professionismo carico di tante attese e speranze.

foto tratta da: https://twitter.com/teamsky

l’ordine d’arrivo della Clásica Ciclista San Sebastian edizione 2017

Powered by Afterbit