Home Articoli A Poggio è sempre Natale
A Poggio è sempre Natale
0

A Poggio è sempre Natale

“Perchè a’i’Tramvai si mangia bene!”, “Perchè a Poggio siamo sempre tra grandi amici a parlare di ciclismo”, “Perchè a Poggio è sempre Natale” –nel senso strettamente evangelico, volendo esprimere un concetto legato ai sentimenti di amicizia e solidarietà. Tutta una serie di motivi per i quali non si può rinunciare al consueto raduno prenatalizio allestito dagli amici di “A Ruota Libera”. Con in testa i titolari del negozio, Iuri Naldi e Fabio Fabbri, a tirare il gruppo di pedalatori, sportivi, tifosi e semplici appassionati. Nella serata allestita alla consueta “Antica Trattoria Tramway”, un unico grande assente: il mitico Giorgio Bacchereti. Lo storico titolare della trattoria di Ponte all’Asse (comune di Signa), che dallo scorso settembre ha lasciato questa comunità di amici fraterni, nei cui cuori vivrà sempre il ricordo del caro “Stoppino”.Un territorio che, al di là della consueta guerra tra campanili, nella storica terra delle contese tra guelfi e ghibellini, riesce poi ad accumunare le varie comunità all’insegna dell’amore verso il ciclismo. Una terra che allo sport delle due ruote ha sempre regalato figure di alto lignaggio. Alle quali da un po’ tempo è andata ad aggiungersi una bellissima figura femminile che ha il volto e le gambe nobili di Vittoria Guazzini. Non ancora diciassettenne, iridata della categoria juniores nell’inseguimento a squadre. Una presenza inedita al conviviale natalizio, che si è unita a un parterre prestigioso nel quale spiccavano le figure di Yaroslav Popovich e di Alberto Bettiol. Con un corollario variegato di giovani speranze comprendente l’under 23 Giovanni Iannelli, l’ultimo vincitore del Lunigiana Andrea Innocenti, per finire con l’altro under 23, Filippo Magli.


Una serie infinita di passioni e convergenze, confluite per una sera nel gustare prodotti tipici e genuini che trovano le massime eccellenze nella terra che si snoda intorno alla collina di Carmignano. Dove l’argento delle foglie dell’olivo girate dal vento, riesce ad imprimere colori e suggestioni del tutto particolari. Dove amministratori illuminati, rappresentati nell’occasione dal Sindaco di Poggio a Caiano, Marco Martini, e dall’assessore allo Sport di Carmignano, Stefano Ceccarelli, in un periodo che si annuncia piuttosto avaro in Toscana di appuntamenti agonistici legati al grande ciclismo, ufficializzano la richiesta a voler organizzare per la stagione 2019, la prova unica del campionato italiano per la categoria under 23. Una sfida che sarà vissuta su un palcoscenico intorno al triangolo magico dello sport delle due ruote: Seano, Carmignano e Poggio a Caiano.
Hanno ragione gli amici di “A Ruota libera”. Da queste parti è sempre Natale!

(foto a cura Riccardo Lorenzoni)

Powered by Afterbit